venerdì 30 aprile 2010

La Giornata Mondiale della Danza a Bologna

Bologna offre moltissime opportunità culturali, ma il mio momento culturale preferito è la parata Par Tot che si tiene di solito nel mese di giugno. Da 2 anni, non avevo potuto assistere alla parata di Par Tot, perché ero fuori Bologna per motivi di lavoro. Quest anno, già in gennaio avevo subito deciso che dovevo restare a Bologna nella prima metà di giugno e non andare da nessuna parte. Potete immaginare la mia delusione quando ho scoperto che quest anno, la parata Par Tot non si farà!

Comunque, ieri sera ho assistito ad alcune danze che erano state organizzate in diverse piazze del centro di Bologna  in occasione della Giornata Mondiale della Danza, e devo dire che mi sento un po' consolato dalla mia delusione per la parata Par Tot. Era proprio un bel spettacolo e mi sono divertito molto. Grazie a tutti gli organizzatori e i ballerini e le scuole di danza.

La danza che mi ha colpito di più era un po' insolita. Di solito, la parola "danza" evoca immagini di ritmo, gioia e energia. Invece questa danza evocava sensazioni di riflessione, pausa e tristezza. I 4 componenti del gruppo, sulle scale della Galleria Cavour, avevano vestiti trasandati e laceri, avevano le facce serie ed erano persi nei propri mondi tristi. Guardarli faceva venire la voglia di piangere. Mi ha commosso questa danza.

Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010

Un altro momento forte è stato nella Galleria Acquaderni durante la danza Bharatnatyam del gruppo Narthaki.  Conosco Alessandra Pizza da molti anni e l'ho visto ballare molte volte. Per cui non mi aspettavo di scoprire qualcosa di nuovo. Invece, il momento speciale è arrivato quando qualcosa non ha funzionato nell'apparecchio musicale e la canzone che doveva accompagnare la loro danza si interrompeva continuamente. Dopo un po' Alessandra ha fatto spegnere la musica, si è seduta davanti al suo gruppo e ha cantato lentamente le parole della sua canzone.

Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010

La sua voce (non sempre intonata), le parole della canzone, la concentrazione sulla sua faccia, i suoi gesti, insieme erano qualcosa di struggente e speciale. Veramente formidabile. Grazie Alessandra per queste emozioni.

Qui troverete alcune immagini dei diversi spettacoli di ieri. Se siete uno dei protagonisti di queste immagini e vorrete le immagini del vostro gruppo in formato più grande, scrivetemi - sarà un piacere, e un modo di ringraziarvi per la gioia che avete donato a tutti noi.

Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010
Giornata mondiale della danza, Bologna, 29 aprile 2010

Forse vuoi leggere anche ..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...